spettacolo

I due di Emmaus

Due discepoli tristi e delusi, tornano da Gerusalemme a Emmaus.
Uno Sconosciuto li affianca e cena con loro.
La giornata, l’intera vita di Simone e Cleofa, viene stravolta da questo incontro. Rimangono gli ‘stolti’ di sempre, ma due ‘stolti’ segnati da un evento eccezionale, incredibile, unico, che li sorprende.

I Vangeli raccontano solo il viaggio insieme allo Straniero verso Emmaus, fino alla rivelazione attorno alla tavola.
Esattamente da questo momento prende vita il nostro racconto.

Un fatto storico, accaduto in un luogo preciso della Terra Santa. Immedesimarci con questi due testimoni, significa rivivere oggi l’incontro con Cristo, riscoprendone i tratti comuni nella nostra esperienza. ‘Con quale volto si presenterà a noi oggi?’

Un racconto, una pièce, una divertente testimonianza.

 

con Andrea Maria Carabelli e Giampiero Bartolini

regia e scena di Otello Cenci
testo di Giampiero Pizzol e Otello Cenci

2 pensieri su “I due di Emmaus

  1. Ho visto lo spettacolo stasera per la prima volta. Mi ha commosso perché ho rivisto, nei discorsi dei due discepoli le stesse dinamiche che accadono in me e tra noi quando le cose ordinario ci svelano lo straordinario disegno di chi le fa e noi che lo capiamo per un ardore che ci prende il cuore, ci facciamo mille paturnie e ci lasciamo sommergere dai dubbi…il finale è meraviglioso, è proprio lo sguardo di Gesù quello che si percepisce dalle parole finali…ma di cosa state parlando…ma con chi ce l’avete?? Grazie per questo spaccato attualissimo ed eterno.

  2. Spettacolo emozionante al quale mi sono sentita di partecipare in prima persona perchè mi sono ritrovata nei personaggi con i loro dubbi ma anche con le loro sicurezze in quello che Gesù ha lasciato.
    Assolutamente da vedere per la semplicità del racconto e al contempo la sua profondità. Attori bravissimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *