S.O.S. : performance teatrale in soccorso alla sostenibilità

Tutti vogliamo uno sviluppo sostenibile vale a dire una crescita economica preoccupata di lasciare ai posteri un pianeta vivibile.

Ma non è un’utopia? Siamo capaci di incidere sulle leve della finanza, dell’industria e del potere? Ci importa davvero delle generazioni future? Siamo convinti di poter salvare la terra? E per questo cambiare stile di vita, rinunciare, limitare, ridurre, differenziare? Basteranno leggi, norme, regole per dirigerci verso un mondo migliore? In mezzo al mare di queste opinioni, tra i flussi e riflussi delle crisi economiche e pandemiche, sulle onde del web, naufraga colui che di questo dovrebbe essere il protagonista e che spesso viene dimenticato: l’uomo.

E’ da questo naufrago dei social, novello odisseo dello smart working, navigatore di internet, eppure sempre cuore, mente e anima della storia e timoniere di ogni vero cambiamento di rotta che parte il drammatico e comico SOS.

Perché l’uomo è così: può giungere in porto naufragando e ridendo suggerire sacrosante verità.

Ed ecco dunque Giampiero e Andrea, due esemplari della specie umana sbalzati dal futuro al passato, a parlarci di Von Carlowitz inventore della sostenibilità, di Papa Francesco fautore della custodia del Creato, dei protocolli di Kyoto e della raccolta differenziata, dell’inquinamento e delle fonti rinnovabili. Saranno loro a sorprenderci e divertirci guidandoci fuori dalla selva oscura di questa commedia umana che viviamo e a suggerirci di salvare il pianeta salvando per primi coloro che lo abitano.